Attivazione della fase di attenzione per gli incendi
 
ATTIVAZIONE DELLA FASE DI ATTENZIONE PER GLI INCENDI BOSCHIVI DAL 1° LUGLIO AL 3 SETTEMBRE 2019 - Nota RER pervenuta in data 21/06/2019 e registrata al prot. n. 5599
  
NUMERI DI EMERGENZA IN CASO DI AVVISTAMENTO INCENDI BOSCHIVI
1515 - Numero nazionale di pronto intervento del GRUPPO CARABINIERI FORESTALE (H24)
115   - Numero nazionale di pronto intervento del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile (H 24)
0532.973100 - Numero del Comando dei Vigili del Fuoco della Provincia di Ferrara (H24)
  
Nel periodo di massima pericolosità, si invitano i cittadini ad osservare scrupolosamente le norme ed i divieti di seguito riportati:
- E' vietato a chiunque accendere fuochi all'aperto nelle aree forestali, nei terreni saldi o pascolivi, a distanza minore di 200 m dai loro margini esterni;
- E' consentita l'accensione di fuochi su appositi bracieri o focolai nelle aie e cortili di pertinenza di fabbricati o su aree adeguatamente scelte ed attrezzate allo scopo, con le necessarie cautele (previamente ripuliti da foglie, da erbe secche e da altri materiali facilmente infiammabili, obbligo di riparare il focolare in modo da impedire la dispersione della brace e delle scintille e di spegnere completamente il fuoco prima di abbandonarlo);
- Nei casi precedenti, il fuoco deve essere, comunque sempre custodito. Coloro che lo accendono sono personalmente responsabili di tutti i danni che da esso possono derivare;
- L'abbruciamento delle stoppie delle colture agrarie e della vegetazione erbacea infestante, è vietato a meno di 200 m dalle foreste, dai pascoli e dai terreni saldi;
- Nelle aree forestali è sempre vietato accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare motori, fornelli o inceneritori che producono faville o brace, fumare o comunque compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo immediato o mediato di incendio.
     
In particolare, considerato che seppur le aree boscate ferraresi non presentino elevata propensione agli incendi, sono comunque caratterizzate da diffusa presenza umana, si raccomanda il rispetto dell'art.35 delle PMPF vifenti il quale stabilisce che: " Gli Enti di gestione delle linee ferroviarie, le Società di gestione delle autostrade, le Aziende di gestione o proprietarie di strade, le Amministrazioni provinciali e comunali ed i proprietari frontisti delle strade vicinali ed interpoderali sono tenuti a mantenere sgombre da residui vegetali secchi e da rifiuti le banchine e le scarpate delle vie di comunicazione di loro pertinenza confinanti con le aree forestali. Tali pratiche escludono l'uso del fuoco. Da qualsiasi strada o linea ferroviaria confinante con aree forestali e altri terreni coperti da vegetazione è vietato gettare mozziconi di sigarette e fiammiferi. Al solo scopo di prevenzione degli incendi boschivi, durante il periodo dichiarato di massima pericolosità, è vietato effettuare manifestazioni sportive o competizioni agonistiche su strade che attraversano aree forestali".
  
Per coloro che determinano anche solo potenzialmente l'innesco di un incendio sono previste sanzioni amministrative che vanno da 1.000,00 a 10.000,00 euro. Qualora il fatto costituisca anche reato varranno invece le sanzioni previste dal Codice Penale (art. 423 e seguenti) con reclusione da 4 a 10 anni se l'incendio è provocato volontariamente in maniera dolosa o da 1 a 5 anni se viene causato in maniera involontaria, per negligenza, imprudenza o imperizia.

Per saperne di più consulta la seguente documentazione:
 
 
 
 
 
Data ultimo aggiornamento: 12/12/2019
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0